I conti correnti in valutaAl giorno d’oggi il conto corrente – spesso abbreviato con la sigla c/c – è uno degli strumenti finanziari più importanti a cui quasi nessuno può rinunciare: avere un conto corrente in banca o alla posta è utile per diversi motivi, tra cui, il più ovvio e banale, quello di poter accreditare lo stipendio, depositando in esso il denaro ricevuto dall’ azienda per cui si lavora. Ma, naturalmente, questo non è l’unico motivo per cui è importante disporre di un conto corrente: in questo articolo ci proponiamo di dare alcune informazioni di base sui tipi di conti correnti più diffusi, sui servizi ai clienti, qualche consiglio per scegliere il conto corrente più adatto alle proprie esigenze, e sui conti deposito.

Tipi di Conti Correnti

I conti correnti vengono generalmente utilizzati sia dai privati che dalle aziende: si tratta, infatti, di uno strumento bancario che si rivela particolarmente utile ai privati, per ottenere l’accreditamento dello stipendio e per usufruire di un deposito di denaro, come forma impropria di risparmio. Il privato utilizza il conto corrente anche per l’addebito delle utenze (pagamento automatico delle bollette telefoniche, elettriche, del gas, ecc.), ed al conto corrente possono essere associati diversi servizi (come carnet di assegni, servizio bancomat, ecc.). Le aziende utilizzano il conto corrente allo scopo di canalizzare in un unico punto i flussi di denaro nazionali ed internazionali ottenuti per mezzo del bonifico.

Fatta questa distinzione, occorre ricordare che esistono due tipi di conti correnti:

  1. Il conto corrente semplice, che ha la caratteristica principale di essere un deposito nel quale il cliente può prelevare la somma depositata solo alla scadenza;
  2. Il conto corrente di corrispondenza, che è contratto tra il cliente e la banca, in cui quest’ultima assume il mandato di compiere per conto del cliente determinati pagamenti, con la caratteristica di consentire l’utilizzo a vista delle somme disponibili.

Servizi ai Clienti

Il conto corrente prevede anche una serie di servizi ai clienti che variano a seconda del tipo di conto corrente scelto e del servizio offerto dalla banca a cui si fa riferimento: poiché vi è una vasta scelta di conti corrente, è possibile che i servizi ai clienti siano variabili anche in funzione delle esigenze e delle necessità del cliente.

In genere, ad un conto corrente bancario vengono associati i seguenti servizi:

  • Carnet di assegni, generalmente utilizzati per pagamenti di un certo valore. Anche chiamato libretto di assegni, esso contiene un numero variabile di assegni (di solito 10 o 20), che possono essere usati per i pagamenti secondo la convenzione di assegno, che va preventivamente sottoscritta con la Banca;
  • Servizio Bancomat, utile per i pagamenti anche sui circuiti internazionali (Visa e MasterCard) oppure per altri tipi di pagamenti. Esso consente anche il prelievo di contanti, che può essere eseguito su uno degli sportelli ATM;
  • Domiciliazione delle utenze, che consente, attraverso il RID (rapporto interbancario diretto), di eseguire ordini di pagamento provenienti da un creditore, attraverso la Banca. In questo modo il cliente delega la propria Banca al pagamento delle utenze (ovvero, bollette telefoniche, elettriche, bollette del gas, ecc).

Come scegliere il Conto Corrente

La scelta del conto corrente va effettuata dopo un’attenta valutazione dei servizi offerti dalle varie Banche che, come è stato precedentemente precisato, offrono al cliente diversi tipi di conto corrente, con caratteristiche e prezzi differenti.
La scelta va fatta, quindi, sia su queste valutazioni – servizi ai clienti, modalità di utilizzo del conto – sia in base alle proprie esigenze. Un conto corrente familiare sarà diverso da un conto corrente professionale, ed ancora da un tipo di conto corrente personale: le differenze, inoltre, si basano anche sui tipi di servizi offerti  sui costi che essi comportano.

I Conti Deposito

I conti deposito come investimentoLa caratteristica principale dei conti deposito è quella di essere dei prodotti bancari che si differenziano dal conto corrente tradizionale, in quanto sono dei semplici conti in cui è possibile depositare (e prelevare) il denaro remunerato.

Ciò significa che attraverso i conti deposito non è possibile accedere ai servizi ai clienti accessori come pagamento assegni o prelievo con carta di credito, ma si possono solo eseguire semplici operazioni di prelievo e versamento.

Conclusione e consigli

In conclusione, i conti correnti (tradizionali, semplici, o conti deposito), sono dei diversi prodotti bancari che hanno delle specifiche utilità per il cliente: date le differenze di gestione e di servizi, la scelta del conto corrente più adatto va fatta seguendo i propri criteri di necessità e di esigenza, ed anche valutando le diverse opzioni proposte.