BCE: dal 2018 stop alla produzione della banconota da 500 euro

Per molti rappresenta un vero e proprio mito. Qualcosa di cui si è sentito parlare a lungo ma della cui esistenza non si sono mai avute prove dirette. È la banconota da 500 euro, emessa sul mercato dal giorno della comparsa della moneta unica. Dal 2018, secondo quanto stabilito dalla Banca Centrale Europea (Bce), con sede a Francoforte, sarà del tutto sospesa la sua emissione.

Addio alla banconota più ambita

La Banca Centrale Europea ha quindi decretato lo stop alla produzione della moneta da 500 euro, fissando la data conclusiva della sua emissione “intorno alla fine del 2018”. Una scelta sostenuta dalla preoccupazione che la banconota viola, quella più ambita da tutti gli europei faciliti, suo malgrado, attività illegali come riciclaggio e finanziamento di attività terroristiche.

Banconota da 500 euro

Validità illimitata

L’istituto finanziario europeo, però, precisa in una nota che «La banconota da 500 euro manterrà sempre il suo valore e può essere cambiata presso le banche centrali dell’Eurosistema per un periodo di tempo illimitato». Sarà il passare del tempo a decretarne l’esaurimento graduale.

Una misura antiterrorismo fortemente voluta dalla Francia

Tra le principali motivazioni alla base di questa scelta c’è la volontà di porre un freno alla possibilità che attraverso il ricorso al contante si finanzino attività illecite, terrorismo in primis. Tra i Paesi che più di altri hanno sostenuto fortemente la necessità di mandare in pensione la banconota viola c’è la Francia, la cui storia recente è stata più volte caratterizzata da attacchi terroristici.

Quanto pesa la banconota da 500 euro sul denaro circolante?

La banconota da 500 euro rappresenta solo il 3 per cento delle banconote circolanti in Europa, percentuale che sale al 28 in riferimento al solo euro. L’introduzione della banconota viola è stata sostenuta, a suo tempo, dalla Germania, paese in cui il ricorso al contate è ancora molto diffuso. È proprio questo il Paese europeo che fa maggior uso della banconota viola.

You May Also Like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *