Quando si parla di conti deposito si fa riferimento ad un tipo di prodotto finanziario che consente di depositare il denaro alimentando, in questo modo, il proprio conto di risparmio. Infatti, un semplice conto corrente tradizionale non consente il deposito di denaro, ma solo di effettuare alcune operazioni, come ad esempio la domiciliazione delle utenze (pagamenti automatici delle bollette, come ad esempio bolletta del gas, della luce, del telefono), e l’accredito dello stipendio.

La caratteristica di un conto corrente tradizionale è quella di non consentire il deposito di denaro; pertanto, non è possibile utilizzare il conto corrente tradizionale come sistema di investimento o di risparmio. Per questo motivo, al conto corrente può essere associato un conto di deposito – anche noto come conto di liquidità – che rappresenta uno strumento di investimento, il quale permette di ottenere, sulle somme depositate in Banca, una certa rendita.

Come aprire un conto deposito

I conti depositoIl conto deposito è uno strumento finanziario che viene associato al conto corrente: pertanto, per poter aprire un conto deposito è necessario disporre di un conto corrente classico, che permette di fungere da appoggio e di eseguire tutte le operazioni di trasferimento del denaro dall’uno all’altro. Ovvero, il trasferimento di denaro avviene dal conto corrente classico al conto deposito: in questo modo è possibile avere due conti, dei quali l’uno permette di effettuare le operazioni bancarie, e l’altro di depositare il denaro (e quindi di risparmiare).

Per aprire il conto deposito si devono seguire i seguenti passaggi:

  1. Se non si dispone di un conto corrente, bisogna rivolgersi alla propria Banca di fiducia o comunque scegliere tra i vari Istituti di Credito la soluzione più conveniente e che maggiormente si avvicina alle proprie esigenze.
  2. Una volta aperto il conto corrente classico, bisogna chiedere all’Istituto di Credito l’apertura del conto di liquidità. Ogni Banca si comporta in base a proprie regole, pertanto è possibile che al momento dell’apertura del conto sia in qualche modo necessario versare un deposito minimo per l’attivazione. In ogni caso, si tratta di semplici operazioni di attivazione, che non richiedono particolari procedimenti burocratici.

I vantaggi di un conto deposito

Il conto deposito si distingue dal conto bancario tradizionale perché è uno strumento molto semplice, che consente solo di depositare il denaro remunerato: è possibile effettuare le operazioni di prelievo e di versamento, ma generalmente non si possono eseguire tutte le altre operazioni del conto corrente tradizionale (ovvero bonifici verso conti non definiti, carnet di assegni, prelievo con carta di credito).

In ogni caso, il conto deposito è uno strumento efficace che consente di depositare i propri soldi, alimentando così i propri risparmi. Il vantaggio principale è proprio questo, associato ovviamente alla possibilità di usufruire del denaro di cui si ha bisogno, anche se con certi limiti derivanti dalla tipologia di conto deposito che si sceglie.

I conti deposito più convenienti

La convenienza del conto deposito è quella di consentire al cliente di risparmiare, con la possibilità di utilizzare questo conto come un sistema vero e proprio di investimento del proprio denaro: ciò consente al cliente di usufruire di vantaggi interessanti, limitati tuttavia al tipo di conto che si sceglie.

Il conto deposito può essere di due tipi: il conto deposito libero ha un notevole vantaggio, che è quello di avere l’immediata disponibilità dei soldi depositati ed accumulati. Tuttavia, questo tipo di conto può non essere conveniente perché, avendo la disponibilità immediata, è possibile essere tentati di accedere al denaro anche quando non ve ne è il bisogno.

Il conto deposito vincolato, invece, ha il vincolo di consentire il ritiro del denaro alla scadenza del termine per il vincolo: la convenienza, in questo caso, sta nel fatto che il vincolo viene poi remunerato con interessi maggiori, ma se si prevede di ritirare i soldi prima della scadenza, è meglio optare per il conto libero, perché potrebbe essere necessario il pagamento di penali.

Conclusione

Il conto deposito è consigliato per poter usufruire di un servizio di risparmio: esso consente il deposito di denaro attraverso i versamenti o i trasferimenti dal conto corrente tradizionale, ed il prelievo attraverso bonifico dal conto deposito al conto di appoggio.

Scegliere di aprire un conto deposito è importante per tutti coloro che, negli anni, vogliono avere la possibilità di accumulare il proprio denaro e di accedere ai propri risparmi.